Boccia: «per l’economia italiana serve un piano shock»

Boccia: «per l’economia italiana serve un piano shock»

25 febrero, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Per far ripartire l’economia ci vuole un piano shock. Vincenzo Boccia, presidente della Confindustria, in unj’intervista del quotidiano “Repubblica” propone di aprire subito i cantieri delle opere già finanziate. «Il che – aggiunge Boccia  – non avrebbe alcun impatto sul deficit pubblico e creerebbe centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro». Per Boccia inoltre «siamo di fronte a un oggettivo ed evidente rallentamento dell’economia  globale, europea, tedesca e i dati di dicembre e gennaio ci confermano che purtroppo subiamo quest’andamento più di tutti». Ma il presidente di Confindustria parla anche della vicenda Tav: «Rinunciare a un’opera come la Tav – afferma – rinunciare a una parte finanziata dall’Europa, rinunciare all’occupazione che a regime genererebbero i cantieri – secondo uno studio della Bocconi darebbero lavoro a 50.000 persone – in questo momento storico della vita economica dell’Italia e dell’Europa è davvero incomprensibile. Ma non è questo  il momento della piazza». 

Pino Marchesi