Primavera dell’Europa

Primavera dell’Europa

20 febrero, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


Primavera dell’Europa è un’iniziativa (dal 19 al 29 marzo) promossa dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con il sostegno dell’Ufficio del Parlamento Europeo, per promuovere il concetto di Unione Europea tra i cittadini ed alimentare nell’opinione pubblica i suoi valori oltre che alla partecipazione attiva alla vita democratica del proprio Paese (ricordiamo che è stato con il Trattato di Lisbona che è stata sancita la complementarità tra democrazia rappresentativa e democrazia partecipativa ed è diventata, quest’ultima, parte integrante del modello europeo di Società). Le iniziative di promozione, rivolte prima di tutto ai più giovani, saranno numerosissime: eventi nelle Scuole secondarie, nelle Università, nelle diverse città e saranno coinvolti tutti i Centri di informazione Europe Direct (EIDC) a livello locale, i Centri di Documentazione Europea (CDE) e la rete Eurodesk per i giovani. I dibattiti sia degli eventi che delle Scuole potranno spaziare dalle ultime iniziative dell’Unione, fino ad arrivare alle sfide attuali e alle opportunità per i giovani e le proposte per il futuro senza impronte ideologiche o politiche da rispettare. L’elenco delle Scuole che hanno aderito sarà disponibile sul sito dell’iniziativa. Durante questi giorni della “Primavera dell’Europa”, grazie ad un progetto della Rete dei Centri di Documentazione Europea, saranno ospitati da Università e Biblioteche dibattiti e incontri per coinvolgere i più giovani e invogliare la partecipazione alle prossime elezioni europee oltre che divulgare le più importanti politiche UE sia per le politiche giovanili che per l’occupazione che lo sviluppo. In definitiva, l’intento è di ritrovare e riscoprire le nostre radici e la nostra identità nel più ampio respiro di un’Unione Europea che valorizzi le singole specificità nazionali di un’identità nazionale costituita da “identità multilivello” che collaborano tra di loro in una sinergia più alta che aiuti a superare le difficoltà e dia l’avvio ad una “Primavera Europea” profonda e aperta a tutti i cittadini.

Marzia Del Porto