La Polizia ha bloccato i gilet gialli in viaggio verso la frontiera italiana

La Polizia ha bloccato i gilet gialli in viaggio verso la frontiera italiana

11 febrero, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


  • Diversi gruppi di gilet gialli sono stati bloccati dalla Polizia mentre si muovevano verso la frontiera italiana
  • Ci sono stati sbarramenti delle forze dell’ordine, e un’autostrada è stata del tutto chiusa

Non si placano le tensioni per le iniziative dei gilet gialli. Una trentina di persone che partecipano al movimento di protesta, guidate da Maxime Nicolle, alias Fly Rider, presente ieri anche nella manifestazione a Sanremo, sono stati bloccate dalla Polizia sul percorso che avevano intrapreso per varcare la frontiera con l’Italia. Precisamente i trenta gilet gialli si erano dati appuntamento allo stadio di Nizza, poi si erano diretti verso l’autostrada A8 per dirigersi a Mentone, città sulla riviera francese, e da lì verso l’Italia. La Polizia ha fermato anche Nicolle, che tentava di passare a bordo di un auto.

La Polizia è attiva su più fronti per arginare le iniziative di protesta. Sull’autostrada A8 stamattina un solido sbarramento delle forze dell’ordine è stato predisposto da questa mattina all’altezza del casello de La Turbie, nei pressi di Montecarlo, ed anche nei pressi dell’imbocco del porto di Mentone Garavan, a pochi passi dalla frontiera con l’Italia. Stando a quanto riportato da testate francesi il vasto servizio d’ordine, che ha visto impegnata pure la gendarmeria, è stato organizzato proprio per filtrare l’afflusso di gilet jaunes alla frontiera italiana.

A un certo punto, l’autostrada A8 è stata del tutto chiusa, con un’uscita obbligatoria a La Turbie. Si sono registrate anche lunghe code sulla route nationale. «Sono entrato in Francia poco fa – ha scritto dal proprio profilo Facebook il segretario della Lega di Ventimiglia Andrea Spinosi –. Attenzione mega posto di blocco della gendarmerie e della police national direzione Italia all’ingresso porto di Garavan: controlli in uscita Francia sia verso ponte San Ludovico, che verso ponte San Luigi». E ancora: «La coda verso Ventimiglia inizia dal Casinò di Mentone. Quindi, almeno quattro chilometri». «Non ho potuto fare foto del posto di blocco, perché naturalmente i gendarmi me lo hanno impedito. Belin come sono suscettibili, alla faccia della fraternité».

Nino Amato