Beppe Grillo e lo scontro con il pubblico a Oxford

Beppe Grillo e lo scontro con il pubblico a Oxford

15 enero, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


  • Beppe Grillo ha litigato con il pubblico durante il suo speech a Oxford Union, antica istituzione dell’Università di Oxford
  • Il comico genovese è stato contestato soprattutto su vaccini e Aids
  • L’intervento del cofondatore del Movimento 5 Stelle ad un centro punto si è trasformato in uno scontro con gli studenti

Non tutto è filato liscio a Oxford Union, antica istituzione dell’università di Oxford, dove Beppe Grillo ieri è intervenuto per uno speech, annunciato sul suo blog il 4 gennaio. Il cofondatore del M5S è stato contestato dal pubblico in vari passaggi del suo intervento, in particolare su vaccini a Aids. A raccontarlo è oggi il quotidiano Repubblica (articolo dell’inviato da Londra Antonello Guerrera).

Dopo un’entrata teatrale nella sala, con una benda sugli occhi, Grillo riferendosi alla Brexit ha detto di non voler vedere «un’Inghilterra così». Uno degli studenti presenti è intervenuto sostenendo che «nel Movimento non c’è democrazia». Un altro ha attaccato il comico accusandolo di non rispondere alle domande. Lo storico leader M5S si è difeso dando la colpa ai media italiani. «Non ho mai visto un odio simile contro di noi. Per questo non ho fatto venire i giornalisti qui stasera», ha detto. Ma le maggiori critiche sono attivare sulla salute. Quando gli studenti hanno cominciato ad incalzare Grillo sui vaccini lui ha risposto: «Non ho mai fatto una affermazione contro la scienza dei vaccini. Il problema è la politica che vuole imporli». Come racconta ancora Repubblica, i ragazzi e il presidente di Oxford Union gli hanno anche rinfacciato le vecchie affermazioni. «Non ho mai negato la piaga dell’Aids, ma cosa dite?», è stata la risposta. Qualcuno a Grillo ha fatto notare le sue contraddizioni. «Per raggiungere la verità ci vuole la contraddizione», ha detto lui. A quel punto il pubblico ha rumoreggiato e si è alzato qualche «buuu». Repubblica, ancora, spiega che lo scontro alla fine si è fatto duro e dalla folla si è sentito anche un «buffone!». E Grillo si è arrabbiato. «Ah, e questa è la famosa cortesia inglese? Invece di criticare, guardate in che Paese vivete!», ha detto prima di andare via.

Anche il Fatto Quotidiano (articolo di Lorenzo Giarelli e Sabrina Provenzani) oggi parla di uno scontro tra Grillo e gli studenti, di uno speech che si è trasformato in un confronto duro, uno show che è diventato un agorà. Qualcuno ha incalzato il cofondatore M5S anche sull’accordo con la Lega populista e nazionalista. «Per portare risultati abbiamo firmato un accordo su 20 punti. La nostra natura è diversa dalla loro, è un’alleanza contrattuale con gli italiani», la risposta.

ndr