Sarà un Festival Indie-Pop. Ecco tutti i nomi dei big di Sanremo 2019

Sarà un Festival Indie-Pop. Ecco tutti i nomi dei big di Sanremo 2019

23 diciembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


  • Ufficializzati i 24 nomi dei big di Sanremo 2019
  • Sarà un Festival molto pop e altrettanto Indie
  • Ventidue i campioni a cui si aggiungono due giovani

Voci nuove e altre più vecchie. Quest’anno il palco dell’Ariston ospiterà un Festival di Sanremo 2019 più Indie-Pop del solito. Al termine della gara dedicata ai giovani, la cui prima puntata è stata vinta da Eimar e la seconda da Mahmood– risultato che consentirà a entrambi di unirsi ai 22 «campioni» – sono stati ufficializzati i nomi di tutti i partecipanti big alla kermesse musicale in programma dal 5 al 9 febbraio del prossimo anno.

Le indiscrezioni dei giorni scorsi sono state confermate e il Festival di Sanremo 2019 strizzerà l’occhio alla musica di tendenza del momento, mista a quel pop nazional (e per l’appunto) popolare che non è mai mancato e non mancherà mai a uno degli eventi più seguiti dagli italiani. Ecco la lista dei 24 big che dal 5 al 9 febbraio si confronteranno sul palco dell’Ariston.

Sanremo 2019, i 24 nomi dei big

Si parte dal duetto tra Federica Carta e Shade con il brano «Senza farlo apposta», poi l’altro duo inedito composto da Patty Pravo e Briga con «Un po’ come la vita». Spazio anche a un gruppo che ha fatto la storia della musica italiana come i Negrita che porteranno a Sanremo 2019 la canzone «I ragazzi stanno bene». Poi c’è il gradito ritorno di Daniele Silvestri con «Argento vivo», Francesco Renga con «Aspetto che torni», Paola Turci che canterà «L’ultimo Ostacolo», Nek con «Mi farò trovare pronto», Loredana Bertè che darà spettacolo con la sua «Cosa ti aspetti da me»- Curiosità per il duetto tra Nino D’Angelo e Livio Cori che si esibiranno con la loro canzone «Con un’altra luce». Poi ancora Simone Cristicchi con «Abbi cura di Me» e il ritorno di Arisa con la sua «Mi sento bene» e di Anna Tatangelo con «Le nostre anime di notte».

Spazio per l’Indie

Spazio anche ai più giovani, provenienti da una cultura musicale più indie, anche se tendente al pop. Gli Ex Otago canteranno e suoneranno la loro «Solo Una canzone», Enrico Nigiotti (protagonista di X-Factor 11) si esibirà con la sua ballata «Nonno Hollywood». I Boomdabash faranno tremare il palco dell’Ariston con il loro brano «Per un milione». Grande curiosità attorno agli Zen Circus che suoneranno «L’amore è una dittatura» e anche per Irama con la sua «Ragazza con il cuore di latta». Spazio sul palco anche per artisti cresciuti tantissimo nell’ultimo anno: Ultimo canterà «I tuoi particolari», Motta «Dov’è l’Italia» e Ghemon la sua «Rose viola». E poi c’è anche il grande ritorno del trio Il Volo che snoderà le proprie ugole attorno al brano «Musica che resta». Ventidue nomi a cui vanno aggiunti quelli dei vincitori delle due serate di Sanremo Giovani: EimarMahmood.