Gilet Gialli: giornata calda a Parigi con i primi scontri. La condanna dei moderati

Gilet Gialli: giornata calda a Parigi con i primi scontri. La condanna dei moderati

16 diciembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico


 La capitale francese vive oggi il suo quinto sabato di protesta dei gilet gialli. La città è già densa di fumo dei lacrimogeni per gli scontri con la polizia. L’atteggiamento del governo Macron nei confronti delle istanze dei lavoratori dei trasporti ma di tutte le categorie di pendolari contro il caro benzina, ha visto finora le istituzioni incapace di dare risposte fino a far salire la rabbia a questo punto. Ma l’atmosfera di solidarietà dei francesi rispetto alla protesta, mostrata nelle settimane passate, è ora totalmente cambiata perché l’attentato di martedì sera a Strasburgo avrebbe richiesto maggiore consapevolezza per una situazione difficile per la sicurezza del paese. La polizia è sotto pressione per presidiare i luoghi a rischio specie durante le festività natalizie ma allo stesso tempo è chiamata ad occuparsi dei manifestanti. Troppo, dicono i sindacati di polizia.
L’invito ad abbassare i toni della protesta dei gilet gialli non ha avuto nessun esito e intanto sono già otto le persone fermate questa mattina per i tafferugli con la polizia. 

Paolo Quattromani