Meno antibiotici negli allevamenti, l’UE ne vieta l’uso preventivo

Meno antibiotici negli allevamenti, l’UE ne vieta l’uso preventivo

15 noviembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

L’impiego preventivo di antibiotici negli allevamenti potrebbe presto essere vietato in tutti gli Stati Membri. La proposta è arrivata a seguito della plenaria del Parlamento Europeo che ha deciso di disporre regole maggiormente stringenti riguardo all’utilizzo di farmaci.

Cosa cambia

La proposta, per diventare legge, deve ora ottenere il sì definitivo del Consiglio; sul tavolo ci sono la limitazione dell’impiego preventivo di antimicrobici in assenza di segni clinici di infezione e il divieto dell’uso preventivo di antibiotici nei mangimi medicati. Inoltre, verrà valutata la proposta di effettuare trattamenti di gruppo non più quando un singolo capo di bestiame è infetto ma solamente in caso di elevato rischio di contagio. In ogni caso, la scelta della corretta terapia da disporre sarà subordinata al parere di un medico veterinario.

In arrivo la ricetta elettronica

Intanto, l’Italia si appresta a diventare il primo Stato europeo a introdurre l’obbligo di ricetta elettronica per i farmaci destinati a essere impiegati negli allevamenti. Il nuovo provvedimento del Ministero della Salute, che sarà in vigore dal primo gennaio 2019, prevede infatti la tracciabilità dei medicinali e delle terapie destinati agli animali da reddito e da compagnia.

ndr


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •