Lettera di chiarimenti all’Ue dall’Italia mentre lo spread scende a quota 289

Lettera di chiarimenti all’Ue dall’Italia mentre lo spread scende a quota 289

22 octubre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico

 

Partirà oggi la lettera di chiarimenti del Governo italiano all’indirizzo di Bruxelles in risposta alla dura nota dei giorni scorsi in cui il Commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, rilevava una pericolosa “Deviazione senza precedenti” agli obblighi di bilancio dei paesi membri rischiando una procedura di infrazione. Una nota quella indirizzata al Commissario UE che dovrà convincere e non solo il “board” europeo ma anche i mercati. Questa mattina la Borsa di Milano ha aperto a +1,82% con l’ indice Ftse Mib a 19.426 punti. Il rimbalzo era atteso dagli analisti dopo il mancato declassamento a junk(spazzatura) da parte di Moody’s del rating sovrano italiano,tagliato solo a Baa3 (un gradino sopra) e con outlook stabile. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi apre in calo a quota 289. In avvio di scambi volo il titolo Fca che guadagna il 6,55% a 14,35 euro. In rialzo anche le Borse europee, con Francoforte a +1,02%, Londra +0,34%, Parigi +0,85%.