La campagna per dire basta alle gabbie negli allevamenti UE

La campagna per dire basta alle gabbie negli allevamenti UE

29 septiembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

L’era a degli animali in gabbia deve finire.

Con questo intento è stata lanciata la campagna End The Cage Age, la battaglia dei cittadini dell’Unione Europea per chiedere migliori condizioni di vita per gli animali rinchiusi negli allevamenti.

La manifestazione alla Camera

L’obiettivo è quello di arrivare a un milione di firme in un anno. In questo modo, la Commissione Europea potrà esprimere un parere sull’argomento per dare risposta alla mozione dei cittadini. In Italia la battaglia è portata avanti dall’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Eleonora Evi; martedì 16 ottobre la protesta per dire basta alla gabbie arriverà anche alla Camera dei Deputati con una conferenza stampa e una mostra, organizzata per spiegare le reali condizioni di vita degli animali.

Quali e quanti animali sono in gabbia

Secondo le stime diffuse dalle organizzazioni promotrici, negli stati Europei ogni anno sono detenuti in gabbia circa 300 milioni di animali. Tra questi ci sono scrofe, vitelli, conigli, galline e quaglie, tutti costretti in spazi angusti e spesso inadeguati alle loro caratteristiche etologiche.

Il supporto di 16 associazioni animaliste

In Italia sono 16 le associazioni che hanno aderito a End The Cage Age.

Queste sono: Amici della terra Italia, Animal Equality, Animal Law, Animalisti Italiani, Ciwf Italia Onlus, Confconsumatori, Enpa, Il Fatto Alimentare, Lac – Lega per l’abolizione della caccia, Lega Antivivisezione – Lav, Legambiente, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Leidaa, Jane Goodall Institute Italia, Partito Animalista, Terra Nuova, Terra! Onlus.

Marta Frigerio


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •