Un think tank per la trasformazione digitale a Torino promosso dal Politecnico e da Jacobacci&Partner

Un think tank per la trasformazione digitale a Torino promosso dal Politecnico e da Jacobacci&Partner

26 septiembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

La trasformazione digitale e la modernizzazione di un paese passa attraverso lo sharing d’informazioni. E’ questo il concetto di 4T-Tech Transfer Think Tank, la giornata di confronto organizzata dal Politecnico di Torino e Jacobacci&Partner che si terrà il prossimo 12 ottobre nell’Aula Magna dell’Università del capoluogo piemontese. L’obiettivo è di far dialogare aziende, istituzioni e operatori del settore sui temi del trasferimento tecnologico, la tutela della proprietà intellettuale e le politiche di governo volte ad incentivare lo sviluppo dell’imprenditoria ma anche la qualità di vita complessiva percepita sui territori. La giornata di discussione pone sul tavolo una domanda di partenza: quali sono gli strumenti che il governo negli ultimi anni ha messo a disposizione per sostenere la crescita delle aziende e delle start up ad alto contenuto tecnologico? Come si può facilitare il dialogo con il mercato, facendo crescere i progetti imprenditoriali meritevoli, così da avere una ricaduta positiva sull’intero sistema socio-economico? Il convegno, ideato da Jacobacci & Partners è giunto alla sua quinta edizione che ha focalizzato l’interesse dell’incontro-confronto su “La creatività e l’innovazione come opportunità di crescita per il Paese”. Ad animare il dibattito ci saranno l’economista Don Tapscott, autore di The Blockchain Revolution; Stefano Firpo e Francesco Morgia del Ministero dello Sviluppo Economico, Alberto Di Minin dalla Scuola Superiore Sant’Anna, Marco Cantamessa e Giuseppe Scellato dal Politecnico di Torino e Lorenzo Allevi di Oltre Venture. “Tech Transfer Think Tank – spiega Enrica Acuto Jacobacci, Amministratore delegato di Jacobacci & Partners – nasce per mettere a frutto le singole esperienze in un sistema strutturato per generare benefici collettivi sfruttando l’opportunità che abbiamo di essere presenti a vario titolo nei luoghi in cui i cambiamenti più importanti stanno avvenendo grazie ai contatti con svariate realtà come Shenzhen, nella Silicon Valley, in parchi tecnologici ed il mondo universitario italiano ed internazionale”.


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •