La musica carioca protagonista ad Agenda Brasil, il festival del cinema brasiliano a Roma

La musica carioca protagonista ad Agenda Brasil, il festival del cinema brasiliano a Roma

25 septiembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Agenda Brasil, il Festival Internazionale del Cinema Brasiliano alla Casa del cinema di Roma, si presenta come un grande e suggestivo collage delle storie individuali e collettive di un Paese sempre alla ricerca della propria, mai scontata, identità.

In programma dal 26 al 28 settembre prossimo, l’evento prodotto da Christoffel Promoções e realizzato con il contributo del FSA (Fundo Setorial do Audiovisual) del Ministero della Cultura del Brasile e con il patrocinio dell’Ambasciata del Brasile a Roma, porterà al pubblico capitolino una selezione di sei film, proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano, prodotti nel più grande Paese latinoamericano e che spaziano tra diversi generi.

“Agenda Brasil cerca di portare in sala quelle narrazioni fondamentali per tentare di afferrare qualcosa di un Brasile che si interroga sempre più sulla sua identità: in movimento, legata a doppio filo e a tratti sfuggente” racconta Regina Nadaes Marques, Presidente dell’Associazione Vagaluna che organizza Agenda Brasil anche a Milano, Genova e Torino.

Il 26 Settembre il Festival si aprirà all’insegna di uno degli aspetti più iconici di questo Paese: la musica, protagonista assoluta del lungometraggio, in programma alle ore 20.00, Eu, meu pai e os cariocas – 70 anos de Música no Brasil diretto da Lúcia Verissimo e Premio del pubblico come miglior documentario al Festival Agenda Brasil Milano 2018. La regista, tra le attrici brasiliane più note e figlia di maestro Severino Filho, fondatore del guppo vocale Os Cariocas, è ideatrice, regista e narratrice del documentario che mostra la storia della musica brasiliana, partendo dalla famosa Rádio Nacional e passando per bossa nova, tropicália, samba e MPB, nonché raccogliendo le testimonianze di mostri sacri come Caetano Veloso, Chico Buarque, Gilberto Gil e Maria Bethânia. Lucía Verissimo sarà presente alla proiezione per incontrare il pubblico in sala. Alle 22.00 sarà la volta di Pela Janela diretto da Caroline Leone e Premio della Giuria come miglior film al Festival Agenda Brasil Milano 2018, road movie su un’operaia di 65 anni che perde il lavoro ed è trascinata dal fratello in un viaggio fino a Buenos Aires che cambierà il modo in cui percepisce il mondo. Il 27 settembre la serata sarà inaugurata alle 20.00 da Bingo, o rei das manhãs di Daniel Rezende. Basato su una storia vera, è un film sulla vita dietro la maschera di Augusto, attore di soft porn e soap opera che negli anni ’80 conquista la folla quando viene scelto come “Bingo”, il clown di un programma televisivo di successo. Premio miglior attore dall’Associação Paulista de Críticos de Artes (APCA) e miglior film al festival del cinema brasiliano di Parigi. Alle 22.00 il documentario A Vida Extra-ordinariária de Tarso de Castro , diretto da Leo Garcia e Zeca Brito, è il ritratto dell’ideatore del giornale satirico Pasquim – un tipo bohémien, provocatore, seduttore e rivoluzionario – negli anni della dittatura in Brasile. L’ultima serata del Festival, il 28 settembre, si aprirà alle 20.00 con Antes Que Eu Me Esqueça di Thiago Arakilian, Premio del pubblico come miglior film al Festiva Agenda Brasil Milano, 2018. È la storia, al contempo delicata e piena di humour, di un ottantenne che decide di stravolgere la sua stabile vita da giudice pensionato e diventa socio di un nightclub, scontrandosi con la famiglia. Alle 22.00 chiuderà Agenda Brasil Berenice procura di Allan Fiterman, la storia di una tassista in crisi a causa del marito maschilista e del figlio alla ricerca della propria identità sessuale. L’assassinio di un transgender a Copacabana accenderà il suo spirito investigativo e le sconvolgerà la vita.


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •