Dopo le star di Hollywood e Lady Gaga, sul red carpet di Venezia arriva Juliette Binoche con Doubles Vies di Olivier Assays

Dopo le star di Hollywood e Lady Gaga, sul red carpet di Venezia arriva Juliette Binoche con Doubles Vies di Olivier Assays

3 septiembre, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo il bagno di folla di Ryan Gosling, alla Mostra del Cinema di Venezia ha visto sfilare sul red carpet un’altra interprete di La La Land: Emma Stone. Con lei anche Olivia Colman, co-protagonista della pellicola. Per sfilare sul tappeto rosso, l’attrice ha scelto un abito color glicine e minigonna tagliata sul davanti a coda di rondine. Total look della collezione Cruise di Louis Vuitton. Elegante senza strafare. Ma a rubarle la scena ci ha pensato Lady Gaga: la cantante è tra le star più attese in Laguna e ha fatto il suo arrivo a Venezia a bordo di un motoscafo. Per l’occasione ha sfoggiato un look in total-black dal gusto molto retrò. Iperfemminile e sexy, la popstar ha fatto un arrivo da vera diva al Lido, avvolta in un tubino nero antracite con corpetto scollato, dettagli in seta e anelli metallici. I capelli platino in un raccolto anni 40 con tre torchon. Per la prima volta nei panni dell’attrice, Lady Gaga è la protagonista di “A star is born“: la pellicola che segna l’esordio alla regia di Bradley Cooper. Ed ora occhi puntati sugli altri film in mostra. DOUBLES VIES – Regia di Olivier Assayas, con Guillaume Canet, Juliette Binoche, Vincent Macaigne, Nora Hamzawi, Christa Théret, Pascal Greggory. Presentato in Concorso Venezia75. Alain, un editore parigino di successo che fatica ad adattarsi alla rivoluzione digitale, nutre seri dubbi di fronte al nuovo manoscritto di Léonard, uno degli autori con i quali collabora da lunga data, trattandosi dell’ennesima opera autobiografica che prende spunto dalla sua relazione con una celebrità di secondo piano. Selena, moglie di Alain e affermata attrice teatrale, è del parere opposto. THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS – Regia di Ethan Coen e Joel Coen, con Tim Blake Nelson, James Franco, Liam Neeson, Tom Waits, Bill Heck, Zoe Kazan, Tyne Daly, Brendan Gleeson. Presentato in Concorso Venezia75. The Ballad of Buster Scruggs è un film antologico in sei parti di ambientazione western. Il film si compone di una serie di storie sulla frontiera americana raccontate dalla voce unica e inimitabile di Joel ed Ethan Coen. Ogni capitolo racconta una storia diversa sul West americano. FRIEDKIN UNCUT – Regia di Francesco Zippel, con William Friedkin, Ellen Burstyn, Gina Gershon, Juno Temple, Wes Anderson, Dario Argento, Samuel Blumenfeld, Damien Chazelle (e altri). Presentato in Venezia Classici Documentari. Friedkin Uncut offre una visione introspettiva nella vita e nel percorso artistico di William Friedkin, regista anticonformista di film di culto come The French Connection (Il braccio violento della legge), The Exorcist (L’esorcista), Sorcerer (Il salario della paura), Cruising e To Live and Die in L.A. (Vivere e Morire a Los Angeles). Per la prima volta Friedkin si mette in gioco intimamente e decide di guidare il pubblico in un viaggio attraverso i temi e le storie che maggiormente hanno influenzato la sua vita e il suo percorso artistico.


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •