Basilicata, dal Consiglio di stato bocciatura per la caccia

Basilicata, dal Consiglio di stato bocciatura per la caccia

20 agosto, 2018 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Consiglio di Stato ha accettato il ricorso presentato dalle associazioni ambientaliste e ha confermato la bocciatura del calendario proposto dalla Regione Basilicata per la scorsa stagione venatoria.

Deroghe non autorizzate

Secondo il ricorso presentato da Enpa, Lav, Lipu e WWF le deroghe regionali adottate durante la stagione di caccia non avrebbero tenuto alcun conto del parere espresso dall’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

«Quella del Consiglio di Stato è una pronuncia estremamente importante e ribadisce che la tutela della fauna selvatica e della biodiversità sono e restano di piena potestà statale – detto il WWF in una nota –.  Le Regioni non possono far finta che i pareri dell’Ispra con delle prescrizioni sui periodi e le modalità dell’attività venatoria non esistano, come è invece accaduto lo scorso anno in Basilicata».

Basilicata, dal Consiglio di stato bocciatura per la caccia

Storico precedente

La sentenza, dunque, segna un precedente importante per le amministrazioni regionali.

«Le Regioni non hanno più giustificazioni – ha concluso il WWF –.  Il prossimo calendario venatorio deve essere improntato al rispetto delle norme e dei pareri scientifici predisposti dall’Ispra; in caso contrario siamo pronti a chiedere che i responsabili rispondano di tasca propria, come accaduto recentemente a Bolzano».


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •