Israele lancia un bando per realizzare “Camere nel Deserto del Negev”

Israele lancia un bando per realizzare “Camere nel Deserto del Negev”

2 agosto, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Camere nel deserto per per una nuova offerta del turismo outdoor in Israele. L’autorità territoriale israeliana e il Ministero del Turismo hanno indetto una gara d’appalto per la costruzione di due complessi turistici di 48 camere nel deserto del Negev,  nel bacino di Nahal Hashoalim, a sud della città di Yeruham. “Una gara simbolo della volontà di sviluppo di un turismo outdoor che possa coniugare l’eccellenza del territorio e la sua originalità con la ricerca nel settore agricolo” ha dichiarato Avital Kotzer Adari, direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo. Le strutture si inseriscono in un piano di sviluppo del territorio collegato con il settore del turismo agricolo, così da realizzare un piano turistico all’estremità meridionale della città, al confine del deserto, lungo la gola di Nahal Shualim. La dimensione totale dei complessi è di circa 146 dunam (146.000 mq). Il primo complesso copre un’area di 58 dunam (58.000 mq) e il secondo complesso è più grande e copre un’area di circa 87 dunam (87.000 mq). Nei complessi saranno costruite tra le 11 e le 24 unità abitative (Zimmerim) e due edifici residenziali per la direzione e il personale, fino a 400 metri quadrati. Il resto dell’area è destinato al turismo agricolo e ospiterà colture come ad esempio vigneti, piante e spezie, percorsi panoramici, piste ciclabili e percorsi pedonali: il tutto in conformità con le regole del piano esistente e i termini del bando di gara. Ai vincitori del bando sarà assegnato un contratto di sviluppo della durata di 6 anni, seguito da un contratto di locazione di 49 anni con un’opzione di proroga per altri 49 anni.
Pippo Finocchiaro


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •