Importante conferenza sul turismo internazionale organizzata in Puglia dall’Associazione Europea NikolaosRoute-La Via Nicolaiana®- European Route Nicholas of Myra®, l’Itinerario Europeo dedicato al Santo Nicola di Myra e Bari.

Importante conferenza sul turismo internazionale organizzata in Puglia dall’Associazione Europea NikolaosRoute-La Via Nicolaiana®- European Route Nicholas of Myra®, l’Itinerario Europeo dedicato al Santo Nicola di Myra e Bari.

28 junio, 2020 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

di Mariangela Petruzzelli

Il 29 giugno, dalle ore 11, si svolgerà una conferenza stampa organizzata dalla A.E.N.R., l’Associazione Europea NikolaosRoute-La Via Nicolaiana®- European Route Nicholas of Myra®, l’Itinerario Europeo dedicato al Santo Nicola di Myra e Bari, in sinergia con la Fondazione Giuseppe e Salvatore Tatarella di Bari.

Il “Ministro dell’Armonia”, Giuseppe “Pinuccio” Tatarella (1935-1999), già Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro delle Poste e Telecomunicazioni, teorico di una idea politica inclusiva e dialogante, fu effettivamente il primo a coniare il termine Via Nicolaiana nel 1999, con l’idea di avviare e sostenere un progetto che portasse il Santo, che amava, ad essere riconosciuto in una Via Europea collegata alla Russia. Il suo desiderio, non attuato a causa della precoce dipartita, verrà promosso dalla Sua Fondazione che ricalca il suo amore per la cultura, il confronto serrato ma corretto, la vocazione alla formazione dei giovani, la crescita del Mezzogiorno e della Puglia in particolare, l’attenzione al Mediterraneo e all’Europa, lo studio della storia, la conservazione delle radici e dei valori, la solidarietà, ancorata a una peculiare sensibilità sociale, tutti cardini valoriali della Fondazione Tatarella che si uniscono agli intenti e alle azioni etiche dell’Associazione Nikolaos Route-La Via Nicolaiana®. Verrà firmato mediaticamente un protocollo di intesa tra i due Organismi. Una rappresentanza del Direttivo, del Partenariato e del Comitato Tecnico-Scientifico A.E. N. R. in presenza e in video, sintetizzerà mediaticamente la ricerca e il lavoro finora prodotti in ambito nazionale, internazionale e locale -con il Comune di Bari dalla fase di collaborazione nel 2016 alla delibera consiliare n.92/2018 di adesione alla A.E.N.R; con la Regione Puglia; con la Basilica Pontificia di San Nicola e il Centro Studi Nicolaiani; infine con le Fondazioni e realtà associative locali.

NikolaosRoute-La Via Nicolaiana®, attualmente impegnata nel ciclo di valutazione 2020/2021 nel Programma Culture Routes del Consiglio d’Europa (www.culture-routes.net), ha l’obiettivo statutario di rendere sostenibile e certificato nel Programma la valorizzazione in chiave turistico-culturale del patrimonio materiale ed immateriale di San Nicola dalla Critica Storica (come riportata dal Centro Studi Nicolaiani), alle pie leggende e folclore, alla Fiaba americana di Santa Claus; soprattutto la ricostruzione del tracciato materiale legato al fascio di vie provenienti dalla Russia in assolvimento a mandati di tipo religioso, incarichi politico-diplomatici ed altri, che muovono dal primo pellegrino censito dalla Basilica di San Nicola: il Monaco Barlaam, che nel 1459 d.C. partì da Rostov la Grande (Velikij) per compiere una missione mistica a Bari: recuperare una icona miracolosa indicata dalle visioni del Santo Nicola e riportarla in patria. L’eccezionalità della trasferta riguarda le rotte di navigazione e la viabilità terrestre soggette nell’avanzata degli Ottomani e nei nuovi tracciati penitenziali a seguito del grande terremoto del 1456 d.C; il clima teso nel pieno Scisma d’Oriente e d’Occidente, la destinazione con il suo valore aggiunto per Bari non solo come passaggio verso la Terrasanta, ma come di pellegrinaggio meramente nicolaiano proveniente dalla Russia .

Il Piano di Azione di Itinerario del 2019 della A.E.N.R., con la missione in Federazione Russa a Mosca e nelle Città dell’Anello d’Oro interessate dalla tappa di partenza e di destinazione del Pellegrinaggio del Monaco Barlaam, e l’arrivo a Roma e Bari della delegazione istituzionale ed ecclesiastica russa lo scorso dicembre, ha avviato la fase della ricerca e della tracciatura in loco della rotta russa da Rostov Velikij (Regione di Jaroslavl) a Bari dell’itinerario europeo NikolaosRoute-La Via Nicolaiana “ Путем Святых. Николай и Варлаам. Sulla Via dei Santi Nicola e Barlaam”. Lo study visit della delegazione russa ha ricevuto il patrocinio del Presidente della Giunta Regione Puglia e dalla rete di cooperazione internazionale Cammini d’Europa, membro del Tavolo Regionale dei Cammini della Puglia.

Tra gli interventi alla conferenza stampa, moderata dalla giornalista Mariangela Petruzzelli, (vicepresidente A.E.N.R.) e presidente dell’ associazione MISS CHEF®: Annalisa Tatarella, ufficio stampa Fondazione Tatarella, Monia Franceschini, presidente associazione NikolaosRoute-La Via Nicolaiana®;Giorgios Rampolas, Camera di Commercio Regione Aetolokarnania/Assonautica Euromediterranea, Vicepresidenza A.E.N.R.;Velena Veretelnikova, Associazione Artamir, Pura Cultura Russa, che curerà i video interventi dal partenariato russo; Aleksandr Parsenov, direzione di itinerario, membro di comitato tecnico- scientifico Federazione Russa; Dimitri Konovaev, Segretario Diocesi di Kostroma referente per Il Monastero di Nicola costruito dal Monaco Barlaam ad Uglic (Federazione Russa); Gerald Hartke, Nicholas of Myra Entertainment LTD, Buffalo (New York); Luigi Tilia, V.A.R.A. Il Cammino dell’Aniene- Greenway; Gioia Sforza, presidente associazione Le Vie di San Michele (partner iscritto come rotta candidata 2020), ed altri. Sono invitati:Centro Studi Nicolaiani – Basilica Pontificia di San Nicola; Comune di Bari- Assessorato e Dipartimento Culture e Turismo; Regione Puglia – Assessorato e Dipartimento Culture e Turismo.

La pandemia ha impedito i contatti fisici soprattutto all’estero, ma la rete Nikolaos Route-La Via Nicolaiana® ha continuato a finalizzare i protocolli di adesione, avanzare nella ricerca, entrare in sinergia con altre rotte europee candidate, collaborando in nuove reti nel format All Routes lead to Rome con Cammini d’Europa e la rete dei professionisti della mobilità dolce Simtour.


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •