A Dresda il parlamento comunale ha proclamato l’«emergenza nazismo»

A Dresda il parlamento comunale ha proclamato l’«emergenza nazismo»

7 noviembre, 2019 Off By Gazzettino Italiano Patagónico
Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  • Da anni nella città si registrano comportamenti e azioni violente attribuibili a militanti di estrema destra
  • Cdu, il partito della Merkel, ha espresso un voto contrario all’approvazione

Dresda ha deciso di proclamarsi in «stato d’emergenza nazismo». La città della Sassonia ha problemi con l’estrema destra da tempo e ora l’amministrazione comunale ha approvato una mozione per affrontare la questione. L’atto in questione è stato votato da Liberali (Fdp), Verdi,  post-comunisti (Linke) e socialdemocratici (Spd) ma non dal partito cristiano-democrativo (Cdu), quello di Angela Merkel. Per loro si tratterebbe solo di una «mera politica dei simboli» e di un «errore linguistico». Nel corso di questa settimana la città tedesca della Sassonia Dresda, che conta oltre mezzo milione di abitanti, ha approvato la mozione per dichiarare lo stato di “emergenza nazismo”. Si tratta di un gesto che mira a contrastare il fatto che, come si legge nella mozione di legge, «le azioni e gli atteggiamenti antidemocratici, antipluralisti, misantropici e dell’estrema destra, inclusi atti di violenza, stanno accadendo a Dresda con una frequenza sempre maggiore». La proposta è arrivata da Max Aschenbach, consigliere e membro del partito Die Partei – i cui fondatori sono i redattori di una rivista satirica tedesca -, che ha sottolineato come a Dresda ci sia un serio problema rispetto al nazismo che è necessario affrontare. Gli ultimi anni di questa città sono stati segnati dalla forte presenza di due partiti di estrema destra. Proprio a Dresda nel 2014 è nato Pegida (Europei patrioti contro l’islamizzazione dell’Occidente), un movimento populista con idee di destra, razzista e anti-islamico. Nelle ultime elezioni statali dello scorso settembre, inoltre, nella città sassone è arrivato secondo Alternativa per la Germania, partito nazionalista di destra estrema. A vincere è stata  l’Unione Cristiano Democratica della Merkel per una manciata di punto percentuali.
Per il partito di Angela Merkel la mozione è solo simbolismo politico
Proprio i consiglieri rappresentati del partito di Angela Merkel si sono detti contrari all’approvazione della mozione. La ragione? Secondo il CDU si tratterebbe di «puro simbolismo politico». Nel testo della mozione si domanda al comune e alla società di rafforzare la cultura democratica cittadina agendo a protezione delle minoranza e dei diritti umani; si chiede inoltre di aiutare le vittime di estrema destra. La proposta sarebbe nata in virtù del fatto che, secondo la maggioranza comunale, in città risultano dilaganti atteggiamenti e azioni contrari all’umanità e apertamente di estrema destra.
Filippo Bovo


Condividere buone notizie è amore
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •